Risi e Risotti

Risotto integrale con crema di zucca e funghi porcini

Risotto_riso integrale_zucca_funghi porcini_prezzemolo, primi piatti

Il fine settimana è  volato via veloce quanto un battito di ciglia. Domani mattina saremo di nuovo in pista, ma la cosa più drammatica sarà combattere con Riccardo che si raggomitola sotto le coperte deciso a non voler andare all’asilo. Quando poi finalmente dopo mille coccole riesco a portarlo fuori dal letto si rifiuta di fare colazione continuando a protestare perché non vuole andare a scuola. Svogliatamente riesco  a trascinarlo in auto e partiamo per il breve tragitto che ci separa dalla scuola materna.

Ma il problema più grande è il momento della separazione, quando mi si attacca al collo, occhi negli occhi e con uno sguardo che farebbe sciogliere un iceberg mi dice che vuole stare solo con me!!! Ora come la mettiamo!!!! Cavoli lo sappiamo tutte che sono capricci di 5 minuti….ma è proprio il caso di dire ” al cuor non si comanda”, mi devo armare di tutta la forza di volontà costringendomi a pensare che se rimango altri 5 minuti arriverò in ritardo al lavoro per l’ennesima volta…così, lo stringo forte sperando di fargli sentire tutto il mio amore ed esco guardando alla finestra quegli occhietti che mi tirano baci e che stringo nel mio cuore per tutta la giornata.

 

 

Risotto per 4 persone:

320 g  riso integrale

1 litro di brodo vegetale ( sedano, carota, cipolla)

1 scalogno

1 noce di burro

500 g di zucca gialla

300 g di funghi porcini

olio extravergine di oliva

sale marino integrale q.b.

vino bianco q.b.

1 ciuffo di prezzemolo

1 spicchio di aglio

Preparazione:

 

Tagliare a dadini la zucca dopo averla sbucciata, metterla in una padella con un filo di olio salarla e cuocerla a fiamma non troppo alta. Tagliare i funghi porcini a dadini e saltarli in una padella dove abbiamo fatto rosolare uno spicchio di aglio con un fiolo di olio, aggiustare di sale e tenere in caldo.

Intanto affettare sottilmente uno scalogno mettetelo in una casseruola con la noce di burro  fatelo appassire a fiamma bassa, aggiungere un cucchiaio di acqua se necessario. Versare il riso precedentamente lavato, e farlo tostare per due o tre minuti, girandolo spesso. Quando i chicchi saranno diventati trasparenti sfumare il riso con metà bicchiere di vino bianco, lasciar evaporare il vino e aggiungere il brodo di volta in volta fino a completa cottura del riso. Intanto frullate con il minipimer la zucca e aggiungerla al riso a cottura quasi ultimata. Aggiustare di sale e pepe, spegnere la fiamma e mantecare il riso con una noce di burro freddo, comporre il piatto mettendo il riso in un coppa pasta appoggiare sopra i funghi porcini e servire con una spolverata di prezzemolo.

 

 

 

You Might Also Like

11 Comments

  • Reply
    Maddy
    14 gennaio 2013 at 7:23

    Cavolo Manu, un racconto troppo struggente….anche Tommy, da quando siamo rientrati dalle vacanze di Natale non fa che piangere la mattina dicendo che vuole stare a casa…ma che gli prende a questi ragazzi? Speriamo passi presto questo momento, non ce la faccio a vederlo così abbattuto!
    Un risotto che è una favola e fatto a regola d’arte!!!!
    Un bacio e buon inizio settimana!

  • Reply
    Giovanni, Peccato di Gola
    14 gennaio 2013 at 9:04

    hahahahah questa storia è dolcissima e a tratti struggente 😀 certo che i bimbi sono unici 🙂 complimenti per il risotto, davvero buonissimo!!! buona settimana 🙂 saluti al piccino

  • Reply
    Valentina
    14 gennaio 2013 at 10:57

    Ciao Manu 🙂 Che dolce Riccardo… immagino quanto sia difficile convincerlo e poi lasciarlo andare… conosco molti bambini che poi improvvisamente hanno smesso di far capricci e sono andati volentieri all’asilo, forse è un momento questo! 😉 Risotto squisito e invitante, proverò a farlo! 🙂 Complimenti, buona settimana! Un bacione 🙂

  • Reply
    sonia monagheddu
    14 gennaio 2013 at 14:54

    Ciao Manu mi credi se ti dico che pur abitando a pochi passi dalle risaie non mangio così tanto riso come si potrebbe pensare? Questo tuo risottino però potrebbe anche convincermi a cambiare idea ^_* Ti aspetto alla mia nuova raccolta eh, non mancare!
    Buona serata
    Sonia

  • Reply
    Semplicemente Cucinando
    14 gennaio 2013 at 17:57

    Ci sono passata anche io per quel lungo distacco: ben tre anni di asilo abbiamo fatto così. Certo poi appena entrava si dimenticava e rasserenava, intanto mi aveva fatta andare via con il magone.
    bellissimo risotto! L’accostamento zucca/funghi lo esalta davvero.
    Buona settimana 🙂

  • Reply
    Le Ricette di Tina
    14 gennaio 2013 at 19:54

    I miei iniziano a rompere le scatole dalle 6 e 45 per andare a scuola e la smettono solo quando scendiamo ahahahahah diversissimi!Ottimo e bello questo risotto bravissima!Un abbraccio ciao

  • Reply
    federica
    14 gennaio 2013 at 19:56

    che bel risotto gustoso e saporito!!! ciao!

  • Reply
    Elena
    18 gennaio 2013 at 22:18

    Quanto è vero….lunedì ho lasciato entrambe le bimbe a scuola e salutato perchè partivo per stare fuori cinque giorni..è stato un saluto al contrario…ero io che non avrei voluto staccarmi da loro… a cuor di mamma non si comanda. Questo risotto è veramente un piatto unico…funghi e zucca insieme…che sodalizio!!! Ciao, Elena

  • Reply
    i pasticci di caty
    1 febbraio 2013 at 8:29

    Ahahahah adoro i bimbi 🙂 Complimenti per questo risotto! E’ davvero un abbinamento che amo…mai provato nel risotto! Devo rimediare!! Un abbraccio!

  • Reply
    annalisa
    18 dicembre 2013 at 6:55

    Penso sia davvero un piatto di alta ristorazione…bravissima!! e buona giornata!

  • Reply
    http://www.mensolution.it
    22 luglio 2015 at 14:01

    Decentemente scritto e degno di attenzione. Saluti

  • Leave a Reply