Bomboloni alla crema | Ricami di pastafrolla
Dolci/ Merenda e colazione

Krapfen o Bomboloni?

bomboloni, ricami di pastafrolla, lievitati, bomboloni fatti in casa,

Non chiamateli Krapfen.

Per noi toscani sono da sempre solo Bomboloni!!

Firenze ne è la patria ma in tutta la Toscana in tutte le pasticcerie alle 16.00 di pomeriggio troverete i Bomboloni caldi.

Dopo una prima purtroppo deludente avventura nel realizzarli avevo accantonato la ricetta e non avevo più riprovato.

A mia discolpa posso dire che all’epoca non conoscevo nemmeno il verbo “incordare” e già questo la dice lunga, ma alla fine la mia tenacia ha vinto.

Mi sono affidata alla ricetta e alla bravura nelle spiegazioni di Profumo di Lievito ed i risultati sono arrivati al primo tentativo.

E voi che aspettate a prepararli?

Dai che alla dieta ci pensiamo Lunedì!

bomboloni, ricami di pastafrolla, lievitati

Ingredienti:

Ingredienti:
600 g farina forte
200 g latte intero
120 g uova intere
90 g zucchero
80 g burro, di cui metà fuso e metà appena morbido
20 g vinsanto
16g lievito di birra
10 gr sale
estratto di vaniglia
600 g di crema pasticcera
zucchero a velo

Preparazione:

Preparazione pre impasto:
Sciogliamo 16 g di lievito in 200 g di latte tiepido, aggiungiamo 180 g di farina e mettiamo da parte a 28° circa fino a triplicare.
Potete metterlo dentro il forno spento con la luce accesa.
Montiamo le uova con lo zucchero e teniamo da parte.
Riprendiamo il preimpasto già lievitato e uniamo la montata di uova e zucchero alternandola con la farina, utilizzando il gancio della vostra planetaria.
Con l’ultima aggiunta di uova uniamo il sale, aumentiamo la velocità, e poco dopo il vinsanto e la vaniglia.
Diminuiamo la velocità ed incorporiamo lentamente il burro fuso, poi quello morbido. Aumentiamo di nuovo la velocità ed impastiamo rovesciando alcune volte l’impasto fino a che diventa elastico.
Copriamo e lasciamo triplicare.
A lievitazione avvenuta rovesciamo l’impasto sul tavolo e diamo un giro a tre come per la sfoglia.
Stendiamo con il mattarello ad un dito di spessore e porzioniamo con un coppapasta di circa 8 cm di diametro. Copriamo con pellicola e lasciamo raddoppiare.
Dopo che i nostri bomboloni saranno ben lievitati, immergiamoli in olio profondo a 175° -185° dalla parte che era rivolta verso l’alto.
Quando smettono di gonfiare giriamoli e portiamo a doratura.
Tamponiamo con carta da cucina.
Se abbiamo fatto tutto bene saranno vuoti al centro e potranno essere siringati con la crema pasticcera e spolverati di zucchero a velo.

 

krapfen alla crema,

 

 

Krapfen-5

Krapfen o Bomboloni? ultima modifica: 2015-12-17T10:06:30+00:00 da ricamidipastafrolla

You Might Also Like

7 Comments

  • Reply
    saltandoinpadella
    17 dicembre 2015 at 15:52

    Meglio che non mi trasferisca in Toscana perchè mi sa che comincerei a rotolare. Io ste cose non le devo vedere che se no mi parte la salivazione a mille e potrei sbranare chiunque

    • Reply
      ricamidipastafrolla
      17 dicembre 2015 at 15:55

      Elena, il tuo commento è assolutamente eloquente!! Baci carissima e grazie mille.

  • Reply
    tizi
    17 dicembre 2015 at 16:07

    eh si, da noi son bomboloni… e qui in lucchesia li chiamiamo anche frati! i tuoi sono perfetti, sofficissimi e dorati al punto giusto! Bravissima come sempre manu 😉
    PS: io il verbo ‘incordare’ sto cercando di impararlo in tutte le sue declinazioni, e non è affatto semplice!

  • Reply
    zia Consu
    18 dicembre 2015 at 17:08

    Hanno un aspetto delizioso…mi tufferei su quella montagnola 😛

  • Reply
    Ketty Valenti
    18 dicembre 2015 at 18:23

    Una vera coccola,affondare un morso,sentire il profumo e la morbidezza,sporcarsi magari naso e guance di zucchero a velo….fantastico!

  • Reply
    ipasticciditerry
    18 dicembre 2015 at 18:37

    Stupendi! Dieta? What’s it?

  • Reply
    vale
    18 dicembre 2015 at 21:19

    sono le nove e ho cenato da poco..ma quanto vorrei potertene rubare uno!!ahaha

  • Leave a Reply

    Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.